Contributi d'investimento per la forza idrica

Nell'ambito della revisione totale della legge sull'energia, del 21.05.2017, è stato deciso di promuovere il rinnovamento e l'ampliamento delle piccole centrali idroelettriche, in particolare le centrali ad acqua potabile e le centrali ad acqua di scarico, con contributi di investimento.

Tuttavia, per i nuovi impianti non possono essere richiesti sussidi agli investimenti.

Il contributo all'investimento ammonta ad un massimo del 60% dei costi d'investimento ammissibili per gli impianti ampliati e ad un massimo del 40% dei costi d'investimento ammissibili per gli impianti rinnovati.

I dettagli sulle condizioni, l'applicazione e il calcolo dei costi sono disponibili al seguente link dell'UFE.

AllegatoDimensione
2020.05.01_Faktenblatt IBK_I.pdf175.19 KB